Sabato 2 dicembre – Guida del Notariato sulla Legge per il Dopo di Noi

Diamo diffusione che il giorno di sabato 2 dicembre 2017 alle ore 10 in Palazzo della Loggi a Noale il Consiglio Notarile di Venezia ha organizzato un incontro per presentarela Guida del Notariato sulla Legge per il Dopo di Noi.

Saranno presenti dei Notai per illustrare gli strumenti che l’ordinamento mette a disposizione per conseguire le finalità di tutela dei figli disabili oltre la vita del genitore o di chi si prende cura di lui.

Ricordo di Oscar Munarin

Pubblichiamo alcune righe di ricordo di Oscar da parte di un amico.

Ho conosciuto Oscar come un amico discreto, che non amava mettersi in mostra. Parlando a lungo con lui sotto il portico davanti alla chiesa, ho incontrato uno che, imparando davvero l’umiltà dalle cose che ha patito, sapeva ascoltare le gioie e capire le fatiche.

Durante le nostre esperienze estive insieme ha sempre amato lavorare nel nascondimento: siamo certi che questo suo lavoro sarà ancora più incessante ora che è
nella luce di Dio e per questo continueremo a volergli bene.

Paolo Michielan

Oscar Munarin

Oscar Munarin ci ha lasciato ieri sera a causa di un tumore.

Oscar era da più di dieci anni un volontario fedele dell’Associazione. Sempre presente ai Campi Famiglie di agosto, con uno sguardo di simpativa verso gli animatori dei ragazzi, che hanno potuto vedere la testimonianza della sua vita.

Tanti lo ricordano perché partecipava alle attività svolte nell’Oratorio di Noale occupandosi delle pulizie e riordino delle stanze.

Le famiglie dell’Associazione hanno in mente la sua particolare sensibilità e attenzione nei confronti dei nostri ragazzi.

Siamo vicini alla famiglia con la preghiera.

PS: informeremo dei funerali appena sapremo la data.

Inaugurazione “Dopo di Noi” – Intervento Giusi e Maurizio Grespan a nome dell’Associazione

Dieci anni fa è iniziata la storia della nostra Associazione.

Il questi 10 anni grazie all’impegno di soci e volontari, famiglie  con figli disabili e non  abbiamo lavorato dentro la comunità e con la comunità per promuovere la cultura dell’accoglienza della diversità e creare un contesto accogliente e inclusivo per tutti in  Associazione, in Parrocchia, nella comunità civile, nelle istituzioni locali e sovracomunali; abbiamo lavorato anche con l’obiettivo di creare una rete tra le persone, le famiglie,  gli enti, le associazioni, quella rete formale e informale che sostiene chi è nel bisogno, chi è più fragile, chi ha delle cadute nel suo percorso di vita.

E’ questo lavoro che  ha permesso  di arrivare alla realizzazione di questa struttura e che ci permetterà di affrontare la grande sfida del futuro: avere una comunità accogliente  dove far vivere il progetto ‘ dopo di noi ‘ .

In questi giorni abbiamo potuto toccare con mano la solidarietà e la vicinanza (anche la gioia e la soddisfazione) di quanti ,cittadini di Noale  e non,  vedono in questa casa realizzato non solo il nostro SOGNO ma anche quello di una comunità intera che non solo ci ha creduto ma anche concretamente sostenuto .

Il nostro sogno ora è che la  casa sia  un incubatore sociale, un punto di arrivo ma anche punto di partenza per nuove iniziative che siano forme di aiuto alle famiglie e alla comunità, modi nuovi di prendersi cura di chi è nel bisogno.

Questo obiettivo lo si può raggiungere solo se si trovano assieme persone che, come abbiamo sentito, sono animate di passione per la  vita, per le persone, per la comunità, condividono valori, che si sforzano di tessere coltivare e arricchire relazioni anche se costano fatica.

Luogo privilegiato di relazioni, condivisone di valori e passione per la vita è la famiglia e lo è la comunità quando diventa famiglia di famiglie.

La sfida dunque per noi è avere una casa dove si vive come in famiglia, una comunità che è famiglia di famiglie dove ci si aiuta ad affrontare lo straordinario impegno di accompagnare i  nostri figli disabili in un percorso di vita rispettoso dei loro bisogni.

In questa ottica dobbiamo ringraziare la Provvidenza che ci ha fatto incontrare tante persone, famiglie, amministratori, aziende che hanno condiviso questo nostro percorso e anche nuovi compagni di viaggio che hanno accettato di iniziare un nuovo cammino con noi e che gestirà la casa una particolare  passione per le persone.

Ringraziamenti

In direttivo dell’associazione siamo stati molto “combattuti” perché le persone che dovremmo ringraziare sono veramente tantissime e più di qualcuno già non è più con noi: da chi ha contribuito alla realizzazione della struttura con grande impegno economico, di tempo e di idee a chi ci ha dato per anni 10 euro al mese per il progetto. La nostra paura era di dimenticare qualcuno.

ringraziamenti dopo di noi

Mostra sedie Laboratorio “Attivamente”

Se passate in Piazza XX Settembre fermatevi un attimo davanti all’ingresso della ex Casa di Riposo. Le sedie in mostra sono uno dei prodotti del progetto “Attiva-mente”, fatte da persone disabili adulte partecipanti al progetto.

Qui sotto trovate alcune foto. Le sedie sono disponibili su offerta, che sarà destinata al progetto stesso.

Se siete interessati qui a fianco ci sono i contatti!

sedie1sedie2sedie3